29 giugno 2020

All’Orecchiella la natura è senza barriere: inaugurato il sentiero dedicato ai disabili

Immagine: foto del taglio del nastro tante persone su un sentiero in natura

All’Orecchiella la natura è senza barriere. Si è tenuta il 28 giugno, nel centro visitatori della riserva naturale statale dell’Orecchiella nell’ambito dell’iniziativa promossa da FederParchi Natura senza barriere, l‘inaugurazione del sentiero facilitato Il Fontanone. Con il taglio del nastro, la giornata ha dato il via alla fruibilità di un percorso dedicato ai diversamente abili che troveranno in questo tratto di bosco la tranquillità, i rumori ed profumi della natura, accessibile a tutti.

L’inaugurazione, organizzata dal reparto carabinieri biodiversità di Lucca in collaborazione con il comune di San Romano in Garfagnana, ha avuto lo scopo di far conoscere questo sentiero, realizzato anni fa dall’ex corpo forestale dello stato ed oggi risistemato grazie a fondi messi a disposizione tramite Psr della Regione Toscana. Alla manifestazione erano presenti le autorità locali quali i sindaci di San Romano in Garfagnana e Villa Collemandina Raffaella Mariani e Francesco Pioli, l’assessore regionale Marco Remaschi, il comandante provinciale dei Carabinieri Ugo Blasi, il comandante dei carabinieri parco Giuseppe Piacentini, il direttore del Pnate Giuseppe Vignali.

Al termine del percorso, nella sala espositiva Lamarossa, il comandante del reparto carabinieri biodiversità di Lucca, Cecilia Tucci, ha salutato i numerosi partecipanti illustrando i progetti che, con grande sinergia di tutte le amministrazioni coinvolte, si stanno portando avanti per migliorare l’offerta già molto ampia del territorio dell’Orecchiella. Tra questi, già in cantiere il proseguimento del sentiero inaugurato, per congiungerlo al centro visite della riserva al fine di migliorane la fruibilità attraverso un collegamento ad anello dello stesso.

La giornata si è conclusa con l’intervento di Max Mallegni, presidente dell’associazione Anmil, che ha presentato la mostra Oltre il dolore di David Bonaventuri, parte di un progetto che si occupa di riabilitazione e reinserimento net mondo del lavoro di chi, a causa di incidenti sul lavoro, si è trovato con una qualche disabilità. La mostra sarà visitabile fino a 31 luglio.

 

Fonte: serchioindiretta.it

Condividi