29 dicembre 2020

Reinserimento lavorativo delle persone con disabilità da lavoro

Immagine: foto di un uompo sorridente su un trattore e una donna alla sua macchina di lavoro sorridente

Inail offre sostegno a lavoratori e datori di lavoro per realizzare progetti personalizzati con finanziamenti fino a 150.000 euro.

L’Inail garantisce supporto ai propri assistiti vittime di infortunio o malattia professionale per la continuità lavorativa o per l’inserimento in una nuova occupazione attraverso la realizzazione di progetti personalizzati di reinserimento lavorativo.

Disponibili per i datori di lavoro contributi a fondo perduto fino a un massimo di euro 150.000 eruo per interventi di adeguamento e ristrutturazione degli ambienti di lavoro e azioni formative mirate.

Le procedure per l’accesso ai finanziamenti sono state recentemente semplificate.

 

Destinatari

Conservazione del posto di lavoro

Lavoratori subordinati e parasubordinati e autonomi, con disabilità da lavoro, tutelati dall’Inail.

Nuova occupazione

Persone con disabilità da lavoro tutelate dall’Inail con le quali vengano stipulati contratti di lavoro subordinato o parasubordinato per attività lavorative anche non soggette a obbligo assicurativo Inail.

Tipologie di intervento

Superamento e abbattimento delle barriere architettoniche nei luoghi di lavoro (inserimento rampe, adeguamento percorsi orizzontali, modifica locale ascensore, servizi igienici, ecc.)

Adeguamento e adattamento delle postazioni di lavoro (arredi, strumenti, ausili, strumenti di interfaccia macchina-utente, veicoli costituenti strumenti di lavoro, ecc.)

Formazione (addestramento utilizzo postazioni, tutoraggio per svolgimento stessa mansione o per riqualificazione professionale funzionale all’adibizione ad altra mansione, ecc.).

Contributi a fondo perduto

Ciascun progetto di reinserimento lavorativo è finanziato fino a un massimo di 150.000 euro:

135.000 euro, rimborsabili al 100%, per interventi di superamento e abbattimento di barriere architettoniche nei luoghi di lavoro e per interventi di adeguamento e adattamento delle postazioni lavorative

15.000 euro, rimborsabili al 60%, per progetti di formazione

In caso di conservazione del posto di lavoro, è rimborsato il 60% della retribuzione effettivamente corrisposta al destinatario del progetto.

E’ possibile richiedere, per una sola volta, un’anticipazione fino al 75% dei costi del progetto.

 

Visita la pagina del reinserimento lavorativo sul sito di INAIL
 

Fonte: INAIL

Condividi