Strumenti per la comunicazione

Sistema Braille

Laddove una disabilità, prevalentemente sensoriale ma anche motoria grave, influisce sulle funzioni  atte alla comunicazione (udito, parola o letto-scrittura) è possibile utilizzare strumenti o linguaggi alternativi per poter conseguire l’essenziale scopo della comunicazione interpersonale e ottenere le informazioni.

Nel tempo quindi sono state realizzati veri e propri linguaggi alternativi come la lingua dei segni o il braille. Per persone con mobilità compromessa sono stati creati strumenti altamente tecnologici che consentono la comunicazione, detti puntatori oculari.

La possibilità di comunicare e la possibilità di ricevere e dare informazioni sono elementi essenziali per la realizzazione dei diritti di cittadinanza e per l’integrazione sociale, è per questo motivo che è essenziale superare le barriere sensoriali che ostacolano tale funzione.

La Regione Toscana ha, ormai da anni, servizi di supporto importanti; la stamperia braille regionale è attiva da decenni in Toscana, l’Ufficio Relazioni con il Pubblico ha predisposto un canale telefonico per poter fornire informazioni qualificate ai soggetti non udenti e ha disposto la possibilità di acquistare comunicatori a puntatore oculare per i soggetti affetti da gravissime disabilità che non siano in grado di comunicare altrimenti.
 

Stamperia Braille

“La Regione Toscana attraverso la Scuola Nazionale Cani guida per ciechi e la Stamperia Braille garantisce i diritti dei disabili visivi, la tutela della loro condizione e il loro inserimento sociale finalizzato al raggiungimento di un benessere che migliori la qualità della vita, nel suo contesto familiare, scolastico, ludico e sociale... continua ►►

Ultimo aggiornamento: 09.02.2016
Condividi

Approfondimenti