Don Chisciotte

Testata Conferenza disabilità

SPAZIO REALE venerdì 23 gennaio 2015 ore 21.00
DON CHISCIOTTE
Uno spettacolo di
Venti Lucenti
Liberamente tratto da "Don Chisciotte" di Miguel de Cervantes
Scrittura scenica e regia Manu Lalli
Laboratorio di Teatro ALT! ALTRIMONDI "Scuola dell'inclusione e dell'accoglienza"
ISIS Elsa Morante/Istituto Superiore Gobetti/Volta


30 ragazzi* calcheranno la scena per rappresentare in modo poetico, onirico e fortemente simbolico, la vicenda del cavaliere errante, il suo percorso nella follia. Scene di gruppo e movimenti coreografici, faranno da contraltare ad un testo che racconta le vicende e le riflessioni che sono state sviluppate anche dai ragazzi nel corso del lavoro. Un lavoro corale che invita il pubblico a riflettere su temi di grande attualità: non soltanto sul rapporto normalità/follia, sulla diversità, sulla fantasia, ma anche su argomenti apparentemente lontani dalla figura dell’hidalgo: su tutti, la necessità di una cultura di impegno e partecipazione che rafforzi la continua educazione alla legalità.
*Don Chisciotte è stato rappresentato la prima volta nel maggio 2013 con novanta giovani. Per motivi tecnici di agibilità di palco in questa sede ne verrà riproposta una versione rivista.

ALT!Altrimondi è un laboratorio per l’integrazione della disabilità attraverso le tecniche teatrali, nato oltre 20 anni fa in collaborazione con l’Istituto Elsa Morante nell’ambito dei progetti di integrazione del disagio delle scuole superiori di Firenze diventando poi, attraverso il tempo, un vero e proprio centro di produzione teatrale condotto dalla Compagnia Venti Lucenti e aperto a tutte le scuole superiori, in particolare l’Istituto Gobetti/Volta, così come ad altre realtà del territorio. Il laboratorio ha come scopo principale l’inclusione, l’integrazione e la collaborazione di “attori” provenienti da varie realtà: Integrazione fra disabili e normo-dotati, fra ragazzi e adulti, fra anziani e bambini, fra stranieri e italiani. In generale chi beneficia in maniera veramente significativa dell’iniziativa non sono solo gli attori con disabilità ma, soprattutto, quelli normodotati, poiché dopo un primo momento di difficoltà si crea un gruppo amalgamato che in scena restituisce il senso del percorso generale mostrando al pubblico una totale e reale integrazione. Lo spettacolo finale del laboratorio è il mezzo e non il fine per raggiungere una piena e sincera capacità di convivenza così difficile oggi da attuare con esperienze educative di tipo diverso. Il teatro va da se, è un luogo dove ognuno esprime al meglio le proprie capacità che siano fisiche, verbali o poetiche, la scena è il contenitore dove con la giusta dose di pazienza, disponibilità e amore ogni “tipo” attore può, se indirizzato, trovare l’accoglienza necessaria per esprimere pulsioni, che in altro luogo sarebbero inesprimibili. Nel corso dell’anno, a partire da ottobre, gli attori - circa 100 - frequentano il laboratorio, con il supporto e la direzione degli operatori, coreografi, registi, assistenti sociali, psicologi, lavorando alla messa in scena di uno spettacolo, compiendo un percorso formativo che ne ha migliora e potenzia le capacità comportamentali, espressive, relazionali così come anche la predisposizione al dialogo ed all’integrazione ed affinando contemporaneamente la conoscenza del testo della produzione in corso, che offre loro innumerevoli spunti di confronto e approfondimento. Lavorano alla realizzazione del progetto gli operatori teatrali della Venti Lucenti coordinati dalla regista Manu Lalli. La compagnia si occupa inoltre di realizzare le scenografie, i costumi di affittare il teatro per le prove e per gli spettacoli e di curare la segreteria e la promozione dell’iniziativa.

Note sulla compagnia “Venti Lucenti”
L’Associazione Venti Lucenti, nasce formalmente nel 1993 dall'esperienza di alcuni professionisti del teatro, dell’educazione e della formazione. Fin dalla sua nascita la Venti Lucenti si è sempre occupata di Teatro, educazione/formazione e di promozione socio-culturale, collaborando all'organizzazione di diverse attività con enti pubblici e privati. Il filo rosso che ha legato le diverse attività è da individuarsi senz’altro nell’attenzione rivolta alla promozione di una cultura di pace e di tolleranza, basata sul riconoscimento delle diversità, ma anche delle grandi potenzialità di espressione e di comunicazione di tutti. I centri di formazione Teatrale di Venti Lucenti vedono la partecipazione annuale di migliaia di utenti (spesso in scena contemporaneamente) per i quali il numero non è un limite, ma una risorsa sia perché permette a chiunque di calcare le scene sia perché trasmette agli attori il senso di un lavoro epico, sempre teso alla rappresentazione simbolica dei grandi archetipi dell’immaginario collettivo.

Venti Lucenti -Via Senese 309-50124-FIRENZE produzione@ventilucenti.it 348.4591562

Ultimo aggiornamento: 16.10.2015
Condividi